Empoli, parla l'ex Iachini...

17.04.2019 23:20 di Tutto Spal   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Empoli, parla l'ex Iachini...
Dopo l'esonero dalla panchina dell'Empoli Giuseppe Iachini è tornato a parlare. Il tecnico ha rilasciato alcune dichiarazioni a Radio Toscana dove ha analizzato la sua, breve, avventura alle dipendenze di Fabrizio Corsi: “Sono convinto -riporta tuttomercatoweb- che l’Empoli possa giocarsi le sue carte per restare in serie A e me lo auguro perché sono rimasto affezionato a tutti quelli che lavorano lì - spiega -. All’inizio la squadra giocava in una certa maniera e i punti non arrivavano. Io arrivando ho cambiato modulo e strada facendo la squadra stava migliorando; sono arrivato che eravamo penultimi poi siamo sempre stati in zona salvezza e sono andato via che eravamo ancora in zona salvezza, valorizzando anche tanti giovani; i miglioramenti si vedevano, eravamo l’ottava squadra del campionato per occasioni create; qualche problemino c’è stato dietro, qualche errorino individuale nelle partite si metteva quasi sempre e questo ha fatto sì che non potessimo portare a casa alcuni punti che meritavamo per il gioco espresso. Del resto diversi giovani erano al loro primo campionato di Serie A e quindi è normale che qualche errorino ci potesse essere, però vedevo grandi miglioramenti. Abbiamo lavorato in maniera a mio avviso giusta, poi qualche episodio ha fatto sì che non prendessimo i punti che la squadra, per il gioco meritava, ma questo sta forse anche nelle caratteristiche generali della squadra, di essere giovane e inesperta. Poi dopo è andata così, però sono rimasto affezionato a tutti quelli che lavorano lì, quindi mi auguro che possano giocarsi le loro chance per restare la serie A. Rasmussen e Traoré acquistati dalla Fiorentina? Quando sono arrivato non giocavano e poi con me hanno giocato, sono ragazzi molto interessanti e la Fiorentina secondo me ha preso due buoni giocatori, Corvino del resto sbaglia poco; sono due ottimi ragazzi, a posto, professionisti serie con ottime potenzialità. Molto giovani, ma hanno entrambi la potenzialità e la forza per imporsi in una piazza come Firenze".