Semplici ha trovato la s(quadra)? Ecco la "nuova" SPAL...

09.10.2019 17:39 di Tutto Spal   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Semplici ha trovato la s(quadra)? Ecco la "nuova" SPAL...

La vittoria contro il Parma è stata senza ombra di dubbio la vittoria di Leonardo Semplici. La vittoria di chi sa quale strada percorrere, di chi conosce come le sue tasche la propria squadra e di chi sa fino a dove poter spremere i propri ragazzi per raggiungere i traguardi concordati con la dirigenza. Una dirigenza che gli ha voluto rinnovare la fiducia incondizionata anche per questa stagione, dando dimostrazione di grande competenza e forza societaria, tale da far invidia a formazioni ben più blasonate come Milan e Sampdoria. Ma soprattutto è il trionfo del sacrificio, oltre che della calma e della consapevolezza su quella fretta e quell’agire di impulso che spesso e volentieri non portano da nessuna parte.

La lezione è chiara. Nulla è ancora stato fatto e questo pare più che ovvio, ma detto più azzeccato di quello che recita come il lavoro alla fine dia i suoi frutti non esiste. Senza troppa frenesia infatti, contro i pronostici di chi lo dava già per spacciato dopo l’avvio poco convincente in campionato sottolinea la redazione di tuttomercatoweb, il tecnico fiorentino sta forgiando giorno dopo giorno la sua ennesima creatura. Una squadra partita con l’handicap di essere stata completata solamente a fine ritiro con pedine arrivate fuori forma e da società in cui avevano trovato poco spazio, ma che ora sta con calma trovando la sua dimensione. Ora la parola chiave è una sola: lavorare a testa bassa. Per farlo, la SPAL avrà bisogno di grande pazienza e di tempo da parte di tutto l’ambiente biancazzurro, senza eccedere in isterismi e attacchi di panico che potrebbero benissimo sortire l’effetto contrario, risultando deleteri al percorso definito dai ferraresi per trovare il giusto assetto.

Necessario dunque sarà muoversi e ragionare per piccoli passi, senza perdere la bussola. E bisognerà farlo già a partire dal prossimo match di campionato contro il Cagliari, ulteriore banco di prova in questa delicata fase della stagione biancazzurra. I sardi allenati da Rolando Maran sono gruppo compatto, forte e costruito per obiettivi diversi da quelli degli estensi, che comunque hanno dimostrato di attraversare un favorevole momento di crescita verso una condizione fisica e psicologica ottimale. La stessa crescita di condizione evidenziata e messa in mostra con la prestazione convincente in occasione dell’ultima sfida vinta contro il Parma, in cui i ferraresi hanno voluto lanciare un messaggio chiaro e deciso alle dirette concorrenti per la salvezza: la formazione può sembrare inferiore alla passata stagione e le compagini rivali potranno essere più agguerrite, ma la SPAL rimane più viva che mai.