Un'ottima SPAL perde a Firenze: i ragazzi di Semplici meritavano di più!

12.01.2020 17:08 di Tutto Spal   Vedi letture
© foto di Federico De Luca 2020
Un'ottima SPAL perde a Firenze: i ragazzi di Semplici meritavano di più!

La Fiorentina torna a vincere dopo mesi e il presidente Commisso sfata il tabù Franchi potendo esultare per la prima volta a una vittoria casalinga. La SPAL viene condannata ancora di più all'ultimo posto a causa del colpo di testa di Pezzella, che all'82' spegne le speranze ferraresi aprendo dando spazio alla crisi che potrebbe valere anche per la panchina di Semplici. 

Il primo tempo è tutto tranne che da ricordare con due squadre che hanno paura di perdere e dunque anche di giocare a viso aperto. Lo spettacolo non è di casa al Franchi in questa stagione e la conferma arriva anche dai primi 45 minuti di questa partita. Basti pensare che il primo vero tiro in porta arriva al 33' e lo mette a referto la Fiorentina con Castrovilli che calcia addosso a Berisha. Prima della fine della frazione è la SPAL però ad andare vicino al gol con Felipe in due occasioni diverse: la prima con un colpo di testa alto da buona posizione; la seconda raccogliendo un clamoroso palo colpito da centrocampo casualmnete da Strefezza con il brasiliano incapace di tradurre in rete il tap in. Al duplice fischio di Doveri il Franchi fischia senza distinzione di colore e non potrebbe essere altrimenti.

Il secondo tempo non cambia copione rispetto al primo e la noia la fa tranquillamente da padrona. Nessuna occasione da rete da registrare, qualche fischio e ritmi da amichevole estiva per un Franchi tutt'altro che soddisfatto. Iachini, costretto a lasciare negli spogliatoi Boateng per la pochezza mostrata nella prima frazione, manda in campo Vlahovic, ma non cambia tattica mantenedo uno schema come il 5-3-2 decisamente troppo difensivo, soprattutto in casa. La SPAL non demerita assolutamente, pur non mostrando niente di particolare. I giocatori spallini sono più ordinati ma non trovano la via per mettere in difficoltà la retroguardia viola.

La squadra di Semplici rischia sempre di colpire nei migliori momenti viola, con Valoti che si mangia in modo clamoroso il possibile vantaggio. Dopo aver vinto un rimpallo al centro dell'area di rigore di Dragowski, a tu per tu col portiere polacco sceglie la via più difficile calciando un pallonetto lentissimo che finisce sul fondo. Passano pochi minuti e una delle regole del calcio non tarda a colpire. Gol sbagliato dagli ospiti e vantaggio successivo della Fiorentina. E' il capitano German Pezzella, che all'82' con uno stacco perentorio al centro dell'area di Berisha a battere il portiere spallino e far esplodere il Franchi. Gli ultimi dieci minuti sono ovviamente i più emozionanti visto che le due squadre si aprono e i ribaltamenti di fronte sono continui. La SPAL, raccontano gli inviati di TMW, si butta in avanti ma senza ordine mentre la Fiorentina va vicinissima al raddoppio con il nuovo acquisto Cutrone che di tacco mette di pochissimo a fianco della porta avversaria. Il triplice fischio è un sospiro di sollievo per i viola e l'inizio di qualche ora di apprensione per Semplici.