DS SPAL: "Vogliamo il ritorno di Mora a Ferrara, Paloschi resta!"

16.09.2020 17:08 di Tutto Spal   Vedi letture
© foto di Luca Marchesini/TuttoLegaPro.com
DS SPAL: "Vogliamo il ritorno di Mora a Ferrara, Paloschi resta!"

Nel corso di un evento nel ferrarese, il d.s. Giorgio Zamuner è stato intervistato e ha rilasciato alcune dichiarazioni importanti sul momento attraversato dalla SPAL a pochi giorni dall'inizio del nuovo campionato.

Come procede il mercato?
"Il discorso del mercato è abbastanza semplice. Al momento, ci sono pochi movimenti di giocatori perché quasi tutte le squadre bloccate nelle uscite. La volontà è quella di provare a costruire una squadra di vertice e allo stesso tempo di svecchiarla, riducendo anche i costi. Ma finché non escono certi giocatori, non siamo nelle condizioni di acquistare. Abbiamo già fermato 3-4 giocatori di prospettiva che noi prenderemo in prestito, che sono funzionali e hanno le motivazioni giuste per la SPAL. Una volta tolte 2-3 pedine di peso, la rosa verrà integrata con chi rimane. Mi piacerebbe dar vita a una SPAL che sia garibaldina, che lotti e che ci tenga a onorare la maglia"

La situazione per Mora?
"Luca è un giocatore che mi piace molto e piace anche a mister Marino. Cercheremo di portare il ragazzo di nuovo a Ferrara e per ora lo abbiamo messo in cima alla lista dei desideri. Lo stimiamo e lo vediamo come un ragazzo che possa trasmettere al resto del gruppo e ai nuovi quell'amore per la maglia che servirà".

 Se dovessero rimanere diversi giocatori che hanno disputato la prossima A, che SPAL sarebbe?
"Per costruire una squadra forte avremo bisogno di giocatori motivati. La SPAL ha pagato una stagione balorda, non da finire in quel modo lì, ma da lottare fino alla fine. I giocatori che sono rimasti sono di spessore, anche se resta da capire chi vorrà fare un campionato di sacrificio e sporcarsi i calzoncini. Avere la fortuna di avere in squadra Vicari, Valoti, Di Francesco e Missiroli inizia ad essere qualcosa di importante. Logico che se arriveranno offerte con cui puoi pensare di ripristinare il budget e i conti, ce ne dovremo privare".

Quale futuro per Berisha?
"Egoisticamente è un portiere che ci risolverebbe un sacco di problemi. Ma possiede un ingaggio importante, -ammette il DS come riportato dall'inviato di TMW a Ferrara - è un nazionale ed è abituato alla Serie A. Probabile che qualche richiesta opportuna arrivi, ma deve accontentare anche noi. Poi valuteremo. Potrebbe anche fare il dodicesimo in un top club straniero. Sia chiaro, lui non è disposto ad accettare qualsiasi richiesta. Dobbiamo stare attenti che eventualmente potrebbe succedere che qualcosa si muova intorno a fine mercato".

Paloschi e Di Francesco?
"Per la categoria sono due giocatori forti. Se la Spal farà il campionato che ci auspichiamo, penso che Alberto sarà uno di quelli che attaccherà bene la porta. Ha voglia di fare un campionato da protagonista assoluto. Federico è stato fortunato nel corso del campionato appena concluso, ma ora sta bene. Lo si vede anche in allenamento e ci potrà dare una mano".