La SPAL in Salento, Rastelli: "Lecce da affrontare nel migliore dei modi"

09.04.2021 17:01 di Tutto Spal   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
La SPAL in Salento, Rastelli: "Lecce da affrontare nel migliore dei modi"

Massimo Rastelli, tecnico della SPAL, prima della sfida contro il Lecce ha parlato in conferenza stampa sottolineando l'importanza della gara e facendo il punto sulla squadra: “Sappiamo di affrontare una squadra fortissima, costruita per vincere il campionato come noi del resto. Sono in grandissima fiducia, hanno trovato un passo importante però ci siamo anche noi e ce la giocheremo nei migliori dei modi consapevoli delle nostre qualità e cercando di metterli in difficoltà come faranno anche loro. Il nostro atteggiamento è sempre stato positivo e propositivo e così sarà anche domani. Stiamo cercando di portate avanti un certo discorso, curando ogni particolare per far esprimere al 110% tutti i giocatori durante le gare. I ragazzi mi hanno dato massima disponibilità e sono soddisfatto di quello che stanno dando in campo e in partita. Riuscire a fare cinque punti, che potevano essere sette senza quel gol da polli che abbiamo subito, è motivo di soddisfazione visto il momento e sono sicuro che domani fare un’altra prestazione all’altezza. Nel momento in cui la società ha fatto una scelta come quella di cambiare la guida tecnica spera in un finale in crescendo. Non sarà facile raggiungere la seconda piazza, ma dobbiamo cercare quantomeno la migliore posizione nella griglia play off e arrivarci con un’identità forte per giocarcela. - continua Rastelli soffermandosi sulla squadra e la formazione come si legge ancora su TMW - Nei momenti di difficoltà si cerca di dare più certezze possibili alla squadra, abbiamo le alternative e cercheremo di recuperare qualcuno per continuare sulla nostra strada. Ovviamente c’è anche un piano B e abbiamo alternative all’altezza, siamo pronti a qualsiasi eventualità. Le note positive sono i recuperi di Valoti al 100% e Asencio che si è allenato tutta la settimana anche se non ha i 90 minuti nelle gambe, così come Vicari che è stato gestito durante la settimana. Voglio che tutti siano coinvolti, il reparto di centrocampo è stato l’unico in cui ho avuto tutti a disposizione e dove ho potuto ruotare i giocatori in base alle gare che affrontavamo. Tenendo tutti sulla corda, mostrandogli che conto su tutti loro, penso che in queste ultime sei gare tutti potranno dare tutti il loro contributo alla causa. Strefezza? Lui ha sempre giocato a cinque sulla fascia, ma può giocare anche in attacco. È eclettico, può fare ogni ruolo e dà risposte positive ovunque giochi, è un calciatore utilissimo per ogni allenatore proprio per la sua duttilità”.