Rastelli pronto per il Chievo: "Squadra ambiziosa come la SPAL"

01.04.2021 17:55 di Tutto Spal   Vedi letture
Rastelli pronto per il Chievo: "Squadra ambiziosa come la SPAL"

Dopo la vittoria con il Cittadella, la SPAL affronterà un nuovo scontro diretto contro il ChievoVerona. A questo proposito, il tecnico biancazzurro Massimo Rastelli ha presentato il match contro i clivensi. Di seguito le sue parole raccolte dall’inviato di TuttoMercatoWeb.

TMW - Quali risposte le ha dato la squadra in queste due settimane di sosta?
“Abbiamo lavorato sotto tutti gli aspetti, da quello fisico a quello tecnico e tattico. Quelli appena passati sono stati dieci giorni che mi hanno permesso di conoscere ancora di più i ragazzi e di entrare in sintonia con loro, cercando di capire le singole problematiche personali per permettere loro di rendere al 110%. Sono molto soddisfatto anche per la grande disponibilità che mi hanno dato e dal modo in cui stanno cercando di mettere in pratica quello che chiedo. Si tratta di un primo passo fondamentale, seppur si sa che la gara è quella che conta”.

TMW - Il futuro della SPAL passa dalle prossime tre gare?
“No, passa da ogni gara. Ora quella più importante è quella contro il ChievoVerona di domani. Sarà fondamentale. Poi successivamente penseremo alle altre, consapevoli di come ogni gara abbia in palio tre punti pesanti. Dobbiamo pensare di tornare a casa con risultati positivi”.

Quale partita si aspetta da Chievo e SPAL?
“Domani si affronteranno due squadre forti, ambiziose e costruite per il vertice. Due squadre che hanno vissuto ottimi momenti e altri di grande difficoltà e la classifica è lo specchio. Fanno un calcio propositivo e piacevole, ma non sono riuscite a dare continuità di prestazione e risultati. Sappiamo di affrontare un gruppo di qualità, che lavora da due anni con un allenatore preparato e bravo come Aglietti. Ha una identità precisa. Dovremo essere molto attenti e concentrati a limitare le loro potenzialità”.

Sala e Ranieri come le sono sembrati con l’Under 21?
“Sono contento delle ottime prestazioni che hanno fatto, sia per loro che per la SPAL, perché vuol dire che ha giocatori molto validi. Sono tornati a Ferrara nella nottata di martedì, li ho fatti riposare e oggi li rivedrò. Parlerò con loro e valuterò come si sentono. Guardandoli negli occhi capirò la loro condizione e vedremo”.

Promozione diretta o play-off: quali obiettivi ha la SPAL da qui alla fine?
“Se vogliamo essere efficaci nell’avere un obiettivo e fare un percorso importante, dobbiamo fare un passettino alla volta, guardando all’oggi e non al domani. Sarà cruciale ragionare in questo modo per quanto riguarda l’aspetto mentale perché è lì che bisogna lavorare, cercando di migliorarci giorno dopo giorno”.