Semplici dopo Cesena: "Squadra in crescita! Bene DiFra e D'Alessandro"

09.08.2019 15:14 di Tutto Spal   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Semplici dopo Cesena: "Squadra in crescita! Bene DiFra e D'Alessandro"

Leonardo Semplici, tecnico della SPAL, ha commentato la sfida vinta contro il Cesena. Queste le sue parole raccolte dall'inviato al "Manuzzi" di TMW.

Sull’intervista a La Gazzetta dello Sport.
“In settimana è uscita un’intervista da me fatta, ma il titolo è completamento inventato. Non ho mai detto quelle parole. Il legame che ho con la città e la società sapete bene qual è: a Ferrara sto bene e credo sia giusto chiarirlo, perché non voglio creare situazioni che non esistono”.

Sulla situazione infortuni post-Cesena.
“Speriamo che per Fares non si tratti di qualcosa di grave. Il ragazzo è appena rientrato e al primo intervento gli è successo qualcosa al ginocchio, mentre Moncini ha sentito tirare il muscolo e per questo lo abbiamo voluto sostituire subito. Valuteremo le situazioni nei prossimi giorni. Floccari invece è uscito per una sostituzione normale e non ha avuto alcun problema”.

Sul modulo utilizzato contro il Cesena.
“Volevo provare il posizionamento di Jankovic. Mi sembrava giusto, dato che giocando così riesce a esprimersi meglio. Ha fatto buone cose, così come Di Francesco. Sicuramente nella fase di non possesso abbiamo concesso qualcosa di troppo agli avversari, che non deve succedere in una squadra come la nostra. Ma anche questo deve fare parte della nostra crescita”.

Su D’Alessandro.
“L’ho visto bene, prima a destra e poi a sinistra. Logicamente è un po’ dietro nella condizione, ma il ragazzo sta crescendo e sta capendo e interpretando quello che noi vogliamo da lui. Ha fatto settanta minuti discretamente, mostrando buone cose. Anche lui deve migliorare nella fase di non possesso, abituato com’è alla sua estrazione di attaccante esterno. Si sta trasformando in quinto e quindi bisogna che diventi bravo sia in fase offensiva che difensiva. In una squadra come la Spal, deve sicuramente fare meglio”.