Spal, alle 17 in campo per la prima amichevole: curiosità per i nuovi

17.07.2019 15:03 di Tutto Spal   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Spal, alle 17 in campo per la prima amichevole: curiosità per i nuovi

Oggi pomeriggio – alle 17 sul terreno del polisportivo Siega scrive TMW – la SPAL scenderà in campo per il primo vero test amichevole stagionale contro il Nova Gorica, formazione che milita nella seconda divisione slovena – che prenderà il via domenica 28 luglio – e avversario abbastanza morbido con cui poter cominciare a prendere confidenza con il campo e con il ritmo partita. Tanta sarà la curiosità per vedere in azione i nuovi acquisti – Berisha, Igor e D’Alessandro saranno i sorvegliati speciali del match – al fine di osservarne e analizzarne il loro livello di coesione e di integrazione tattica e tecnica all’interno di un gruppo che – alla luce delle partenze eccellenti di Lazzari, Antenucci, Costa e non solo – si è reso protagonista in passivo di una rivoluzione negli elementi che Leonardo Semplici avrà a sua disposizione nel suo sesto anno da allenatore a Ferrara. Molto probabilmente, nella partita che si giocherà contro gli sloveni, l’undici titolare che scenderà in campo dal primo minuto vedrà appunto il portiere albanese a difesa dei pali, con un trittico difensivo composto da Cionek, Vicari e lo stesso Igor. Sulle fasce agiranno poi Dickmann e D’Alessandro, mentre il centrocampo sarà composto da Schiattarella, Missiroli e Valoti. Il tandem d’attacco invece dovrebbe essere da completato da Petagna e da uno tra Floccari e Moncini. Tranne che per Gomis e Fares comunque – impegnati da avversari nella finale di Coppa d’Africa – per tutti ci sarà quasi sicuramente la possibilità di mettersi in mostra, fatta eccezione per Kurtic e Murgia che potrebbero allenarsi a parte, visto che hanno raggiunto da pochi giorni la squadra in ritiro. Il match clou poi sarà in programma domenica 21 luglio – ultimo giorno a Tarvisio per gli estensi – con Vicari e compagni che sfideranno un Pordenone fresco di promozione in Serie B davanti a quella che si prospetta essere una partecipazione di massa spallina, con i tifosi – intrepidi e scalpitanti per l’inizio della nuova stagione – che non vedranno l’ora di godersi la nuova SPAL nella dolce frescura delle Alpi friulane, a un mese circa dal terzo anno consecutivo in Serie A della gestione firmata Colombarini e Mattioli.